Facebook Twitter Gplus E-mail RSS
magnify
Home Informatica Immobiliare Notai, sorpasso all’Agente Immobiliare: Le Aste Digitali
formats

Notai, sorpasso all’Agente Immobiliare: Le Aste Digitali

Notai, sorpasso all’Agente Immobiliare: Le Aste DigitaliLe compravendite scendono del 18% base annua, le vendite giudiziali aumentano del 20%.

La digitalizzazione della pubblica amministrazione si concretizza anche nel campo delle Aste Immobiliari.

Questo è quello che deriva dal processo di modernizzazione delle funzioni pubbliche dalla Legge 22 febbraio 2010 n. 24 e dallo strumento di vendita del patrimonio immobiliare statale per ultimo di cui dall’art, 43-bis della Legge 27 febbraio 2009.

Ricordo che tale ultimo processo di dismissione di immobili statali, nato con il sistema di cartolarizzazione nella società “privata” SCIP 1 e 2, mirava a vendere con diritto di opzione al conduttore l’immobile occupato ed a massimizzare la rendita degli stessi beni liberi o non optati tramite il processo dell’Asta.

Dal 01 marzo 2009 per effetto delle disposizioni di cui sopra gli immobili residui in capo alla SCIP tornano in capo allo Stato o al suo ente.

Le aste immobiliari sono di due tipi: giudiziarie e di dismissione.

Le prime si verificano a conclusione di un processo coattivo dove il giudice in modo forzato vende l’immobile gravato da un debito da parte del proprietario e dunque per soddisfare la somma vantata e verificata dal creditore.

Nelle aste di dismissione del patrimonio pubblico lo Stato o il relativo ente pubblico vi è l’offerta diretta di un immobile al pubblico.

Ora arriviamo al dato importante: Il trend di crescita annuo delle vendite giudiziarie all’asta si aggira al 18-20%, circa 46.000 cessioni annue, su circa 263.000 annue globali (2012).

Si parla, dunque, di circa un quinto dei trasferimenti che potenzialmente si sta avviando direttamente alla gestione diretta degli studi notarile.

Perché? Infatti, da oggi, per partecipare ad una asta è possibile recarsi semplicemente e direttamente da un qualsiasi Notaio del territorio nazionale senza più recarsi fisicamente nel luogo dell’asta e via web partecipare anche con offerte al ribasso nel caso di aste deserte. La prima asta telematica, pensate, si è tenuta a Brescia con l’aggiudicazione di un appartamento di Sassari. I Notai banditori danno questa eccezionale possibilità facendo scendere i costi al privato che vuole partecipare all’asta e offrendo come di consueto la massima garanzia e professionalità:  un servizio diretto in più al cittadino. 

Pensate che l’ultima guida al cittadino è stata scaricata più di 30.000 dimostrando forte interesse a questo canale di acquisto di immobili. Oltre che da l’online il notariato sta promuovendo sulla piazza in modo incisivo tale informativa in accordo con le associazioni dei consumatori.sorpasso regold.it

E gli agenti immobiliari? Quanto e come sono riusciti ad intervenire nella fase di precontenzioso per cercare di carpire maggiori quote di questo difficile settore di mercato? Ricordo che si parla di un quinto delle vendite annue globali.

La disponibilità della banca (quasi sempre primo creditore) è quella di suggerire al proprietario moroso di procedere alla vendita diretta ritardando dunque i costi delle procedure esecutive.

E’ qui che l’agente immobiliare deve inserirsi con maggior incisività.  Anche e soprattutto in termini di strumenti: bisogna competere contro una offerta, quella notarile sopra citata, che si profila sempre più digitale ed automatizzata.

 

Dario Bosio

 

 

 
Tags: ,
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
2 Comments  comments 

2 Responses

  1. Molto interessante, come proporre le aste ai nostri clienti?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette + 4 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>