Facebook Twitter Gplus E-mail RSS
magnify
Home Informatica Immobiliare Internet: Notai vs Agenti Immobiliari
formats

Internet: Notai vs Agenti Immobiliari

I notai spopolano sul Web e gli Agenti Immobiliari?

Storicamente la deontologia notarile impediva al pubblico ufficiale di farsi pubblicità…dal 30 luglio 2008 è cambiato tutto.

Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n.177 si rende noto il nuovo codice deontologico notarile che prevede e permette libertà individuale assoluta per ogni notaio di adottare qualsiasi tipo di strumento e mezzo informatico per farsi pubblicità.

Cosa c’è di male vi chiederete? Nulla. Qualcuno, invece, si domanderà il significato di questo cambiamento che io definirei epocale. Concorrenza.

Il notaio è un pubblico ufficiale, super partes che garantisce la regolarità delle transazioni e degli altri  contratti, rappresenta il trait d’union  fiscale tra il privato e la Pubblica Amministrazione. Attività che, dagli anni novanta, il Notariato ha modificato radicalmente verso la direzione, naturalmente obbligata, dell’informatizzazione e della digitalizzazione. Ha istituito un sistema di intranet notarile efficiente, ha creato in concerto con l’Agenzia del Territorio uno strumento di pubblicità immobiliare “infallibile” che è modello d’esempio .

Notaio italiano esempio internazionale

Per questo, per molte altre peculiarità ma principalmente per la capacità di garantire e certificare, il Notariato Italiano è stato chiamato dalle autorità USA e di altri paesi tra cui Cina e Russia, come consulente nella formazione di sistemi informatici per le transazioni che notoriamente in questi paesi sono stati gravemente deficitari (Subprime ed ecc.), un riconoscimento mondiale di stima ed efficienza che onora e gratifica giustamente il notariato italiano e latino.

Se aggiungiamo che da oltre 15 anni i notai utilizzano software gestionali per gestire le proprie pratiche d’ufficio diventate ormai totalmente digitalizzate con i relativi vantaggi e che, come ho già scritto, l’atto online è realtà da un paio d’anni, beh traggo un paio di conclusioni d’altronde oggettive:

–         primo: i notai sono all’avanguardia dal punto di vista dell’informatizzazione e della digitalizzazione

–         secondo: con la libertà di crearsi la vetrina del proprio studio e della propria professionalità nel Web i notai chiudono, come si dice, il cerchio. Diventano diretti concorrenti degli agenti immobiliari.

In che senso: in piena crisi (30 luglio 2008) si aggiorna il codice deontologico permettendo sostanzialmente ai notai di entrare nell’offerta online della consulenza immobiliare: chi meglio di un notaio sa scrivere un preliminare?! Bhe anche gli agenti immobiliari, online da ben prima, sono in grado di offrire il compromesso e una consulenza completa, ma rischiano ancora una volta di farsi sorpassare.

Il notaio è  nuovamente a stretto contatto con il cittadino, oltre ad offrire la propria professione gratuitamente in strada (vedi a Milano “MeCa”, nel distretto di Trento “Notai Gratis in Municipio”, notai di Varese  “La Casa in Piazza”, a Vicenza “Lezioni di Interesse Collettivo”, ecc. e solo nel mese di ottobre) oggi è fortemente vicino al privato online non solo con il portale istituzionale e con quelli distrettuali ma con offerte di interazione diretta (vedi “Comprar Casa Senza Rischi”, ecc.) e dunque con i propri Website.

Date un’occhiata, da pochi mesi si stanno moltiplicando i siti web degli studi notarili. Strutturati a dovere da un punto di vista di indicizzazione naturale con corrette tecniche Seo e con adeguati investimenti in campagne AdWords in Google e Facebook. Investimenti essenziali per comparire tra i primi risultati nei motori di ricerca, vedi Google. E’ qui la vera differenza!

E i mediatori sono presenti nel Web? In che modo?

Avere un proprio sito non basta, deve essere correttamente strutturato ai fini del migliore posizionamento nelle pagine di ricerca, deve essere indicizzato. Valutate una rivalutazione dei vostri investimenti pubblicitari.

Un privato che, ad esempio, cerca online un trilocale a Milano zona Bicocca  troverà nella prima pagina dei risultati della sua ricerca proprio voi con la vostra immagine, grazie ad un corretto investimento di indicizzazione.

Si, sarete proprio lì tra i primi risultati, in competizione con i soliti “essenziali” e predominanti portali immobiliari che oltretutto contengono a vostro caro prezzo il vostro prezioso annuncio,  raggiungibile, però, solo dopo diversi click e nel marasma di centinaia di annunci concorrenziali.

Il Marketplace dominante oggi è il web e i privati cittadini, portali e notai l’hanno ben capito. Nel web investite su voi stessi, nel vero senso del termine, sul vostro logo,  sulla vostra faccia.

Perché pagare per pubblicizzare gli altri, a vostro discapito, quando potreste essere già lì: Voi in prima pagina ?

Dario Bosio

 

 

 

 

 

 

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
1 Comment  comments 

One Response

  1. La crisi c’è e chi la nega ha le orecchie da mercante e pure foderate di prociutto. Ma che la nostra categoria stia in generale dormendo da 20 anni è altrettanto un dato di fatto. Svegliamoci! Complimenti bell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 12 =