Facebook Twitter Gplus E-mail RSS
magnify
Home News e Comunicati Stampa FATTURAZIONE ELETTRONICA PER AGENTI IMMOBILIARI
formats

FATTURAZIONE ELETTRONICA PER AGENTI IMMOBILIARI

Agenti e agenzie immobiliari: Tutto quello che c’è da sapere sulla fattura elettronica

Dal 1 gennaio 2019 la fatturazione elettronica sarà obbligatoria per tutti gli agenti e le agenzie immobiliari. I soggetti che operano con partita Iva dovranno gestire elettronicamente la propria fatturazione, a esclusione temporanea di chi rientra nel regime dei minimi e in quello forfettario. 

Un obbligo che ha gettato un po’ di panico tra gli operatori immobiliari. Ma non c’è da aver paura! Abbiamo già pensato -come al solito- a mettervi sereni e a farvi concentrate sul vostro lavoro, senza perdere tempo tra la burocrazia. In ReGold abbiamo lanciato il servizio di fatturazione elettronica grazie al quale gli agenti immobiliari riusciranno ad adeguarsi al meglio, con una serie di vantaggi dedicati che sono un valore aggiunto non da poco. Prima di presentarveli, è bene spiegare cos’è la fatturazione elettronica e come funziona. Abbiamo pensato a un articolo esaustivo sul tema, così da dissipare ogni vostro dubbio.

Fatturazione elettronica: dal cartaceo al digitale

La fatturazione elettronica rappresenterà la conversione dal cartaceo al digitale delle fatture. La gestione delle fatture (quindi sia l’emissione che la ricezione) dovrà essere digitalizzata creando dei file in un formato standard che è l’xml, come richiesto dall’Agenzia delle Entrate.

Bando -dunque- ai PDF o alle copie di carta: dal 1 gennaio tutti gli agenti e le agenzie immobiliari dovranno emettere e ricevere fatture in formato xml.

Fatturazione elettronica: il sistema di interscambio

Starete pensando: “Ah, allora basta convertire un PDF in xml e il gioco è fatto!”. Ci dispiace dirvi di no, magari fosse così… In rete si trovano molti contenuti che raccontano dell’obbligo di digitalizzazione dal 1 gennaio 2019 e della conversione dei file in xml ma pochi -pochissimi- in realtà spiegano il funzionamento della fatturazione elettronica. Per i nostri agenti immobiliari crediamo sia importante conoscerne i principi, così da fare la scelta corretta nell’adottare un sistema di fatturazione elettronica piuttosto di un altro (siamo certi sarà quello di ReGold)!

La fatturazione elettronica si basa sul Sistema Di Interscambio (SDI), uno standard già adottato dalla Pubblica Amministrazione. Possiamo pensare al Sistema Di Interscambio come a un “postino digitale”. Il postino raccoglie e smista le fatture agli indirizzi a cui devono essere consegnate. In pratica sarà lo SDI a occuparsi di scambiare le fatture tra tutti i soggetti in gioco nel ciclo di fatturazione.

Indirizzo primario e indirizzo secondario

Gli indirizzi che lo SDI deve conoscere per poter fare il suo lavoro sono due:

  • L’indirizzo primario: è l’indirizzo personale del soggetto o della società. Si identifica con quello che chiamiamo cassetto fiscale
  • L’indirizzo secondario: è l’indirizzo del provider di servizi al quale si affida la gestione delle fatture (per esempio ReGold). Viene rappresentato da un codice univoco a 7 caratteri attribuito dall’Agenzia delle Entrate alle società accreditate per svolgere il compito.

Lo SDI invierà le fatture dell’agente immobiliare, sia emesse che ricevute, sempre all’indirizzo primario che a quello secondario, cioè sia al cassetto fiscale che al provider di servizi.

Non è necessario che clienti e fornitori conoscano il codice secondario: l’importante è che lo conosca il “postino”. Se siete spaventati perché ci sono nuovi codici da registrate state tranquilli: sulla fattura il codice potrà anche essere sostituito dalla formula neutra a 7 zeri (nel caso non si conosca il codice del provider). Lo SDI manderà comunque la fattura al cassetto fiscale e automaticamente troverà anche l’indirizzo secondario a cui spedire. Quindi, niente di cui preoccuparsi!

La configurazione sul sito dell’Agenzia delle Entrate

Ma a chi e dove si indicano gli indirizzi primario e secondario? Gli indirizzi devono essere comunicati all’Agenzia delle Entrate sul portale Fatture e Corrispettivi (potete collegarvi a questo link) attraverso un processo di configurazione dell’account. 

Generalmente i provider di servizi non procedono alla configurazione dell’account sul portale Fatture e Corrispettivi. In questi casi acquistate il servizio di fatturazione elettronica ma comunque dovrete arrangiarvi nell’eseguire la procedura sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Invece ReGold vi aiuta in tutto, compreso questo! E sarete certi di aver fatto le cose per bene, senza perdere mezz’ore a compilare campi e comprendere informazioni in burocratese.

Per accedere al portale si possono usare credenziali creato sul sito, entrare con il CNS o il sistema SPID. 

In fase di configurazione, una delle possibilità (sconsigliata) è quella di indicare la propria PEC al posto del codice di destinazione del provider (indirizzo secondario). In questo modo, però, lo SDI invierà la fattura alla PEC, co risultato che ogni aspetto del ciclo di fatturazione dovrà essere gestito autonomamente. In pratica se avrete problemi o sbaglierete saranno tutti fatti vostri! È meglio affidarsi a una società che dedichi la propria competenza.

La configurazione va fatta una volta sola. Anche se il codice dell’indirizzo secondario è univoco, ogni agente o agenzia immobiliare potrà passare liberamente da un provider a un altro senza perdere nulla. Tutte le fatture, infatti, vengono comunque invitate al cassetto fiscale, secondo il Sistema di Interscambio.

Fatturazione elettronica: Archiviazione

Oggi le fatture sono sostanzialmente cartacee: di solito le tiene il commercialista e noi nei nostri faldoni. Ma dal 1 gennaio 2019 come si farà? Le salveremo sul computer e a posto così? No, perché non ne garantiremo la salvaguardia e l’accessibilità. 

Il sistema più comodo ed economico è quello di preferire la conservazione sostitutiva dell’Agenzia delle Entrate. È un sistema attraverso il quale l’Agenzia stessa si assume l’onere di gestire e conservare le fatture. E lo fa gratuitamente. In ReGold lo consigliamo caldamente per tre motivi:

  • Il primo, già detto, perché è un servizio gratuito. In ReGold abbiamo tutto l’interesse a fare i vostri interessi, non a farvi spendere soldi inutilmente. Da notare che alcuni provider di servizi o professionisti richiedono l’obbligo di acquistare la loro archiviazione. Con noi assolutamente no: vi indichiamo la via migliore e più vantaggiosa
  • Il secondo è che affidandovi al servizio dell’Agenzia delle Entrate siete sicuri di archiviare correttamente le fatture elettroniche. Chi meglio potrebbe, visto che è la stessa Agenzia a dettare i criteri per farlo? Così vi viene garantita sicurezza ed esattezza della procedura
  • Il terzo è che attraverso la conservazione sostitutiva potrete cambiare commercialista in qualsiasi momento. Perché non è un servizio elargito direttamente da un operatore o una società al quale essere legati. Si tratta di un sistema che può essere fruito da qualunque professionista e sempre

Fatturazione elettronica: sanzioni

Le sanzioni stabilite per chi non utilizza la fatturazione elettronica o per la tardiva emissione di fattura digitale possono anche essere molto salate.

Possiamo dire che -in linea generale- si va dal 100% al 200% dell’imposta che si sarebbe dovuta versare per le operazioni imponibili mentre dal 5% al 10% dell’importo non fatturato per le operazioni non-imponibili. Per l’invio tardivo (cioè successivo alle 24 ore), invece, sono previste sanzioni dal 90% al 180% dell’imposta relativa all’imponibile non correttamente documentato e da 250 € a 2.500 € quando il ritardo non ha inciso sul corretto versamento del tributo.

Insomma: gli errori si pagano. Si pagano caro.

Fate un sorriso, coraggio: anche in questo caso con ReGold siete in ottime mani! Gestiamo le vostre scadenze e le formalità della fatturazione elettronica evitando che possiate prendere multe.

Tutti i vantaggi della fatturazione elettronica di ReGold

Ora che abbiamo chiarito per bene cos’è la fatturazione elettronica e tutto ciò che comporterà, vi riepiloghiamo i vantaggi del servizio dedicato di ReGold:

  • Potete creare le fatture elettroniche con un semplice clic. Nessuna procedura di conversione dei file, esportazione e tediosi passaggi informatici. La compilate in pochi attimi. Sarà il nostro sistema a trasformarle correttamente in fatture elettroniche e a inviarle. 
  • Gestiamo tutto il ciclo di fatturazione, sia l’attiva che la passiva compresi gli eventuali “scarti” (fatture rigettate perché contengono errori o sono incomplete). Voi pensate a guadagnare, noi a mettervi sereni di aver fatto tutto nel modo giusto!
  • La configurazione sul portale Fatture e Corrispettivi è compresa. Voi non dovete fare nulla!
  • Non vi obblighiamo ad acquistare alcun servizio di archiviazione, ma mettiamo in pratica la procedura migliore e gratuita per farlo direttamente attraverso l’Agenzia delle Entrate. Così sarete sicuri di archiviare correttamente le fatture e rimarrete liberi di cambiare commercialista se lo vorrete
  • Evitiamo le sanzioni controllando la correttezza della fatturazione elettronica
  • Avrete disponibile un’assistenza telefonica sempre attiva e al vostro fianco

Insomma, agenti immobiliari: scegliere ReGold è davvero la mossa giusta per la vostra fatturazione elettronica.

Potete acquistare il servizio alla pagina Fatturazione Elettronica di ReGold.

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 − 1 =